Combattere la povertà energetica

Un risanamento energetico che ha permesso di rendere il comfort abitativo accessibile a tutti.

Lo sviluppo delle 100 abitazioni della Wilmcote House di Portsmouth è stato realizzato in un'epoca in cui il rendimento energetico era meno prioritario di quanto lo sia oggi. L’edificio, costruito nel 1968 con pannelli prefabbricati in cemento armato e con solo 25 mm di materiale isolante, era dotato anche di riscaldamento elettrico, con costi elevati per i residenti. Di conseguenza, molti residenti non potevano permettersi di riscaldare adeguatamente le loro case. Si tratta di un problema serio e ancora attuale in Europa, dove il 10,8% delle persone non può permettersi di riscaldare la propria casa. I paesi con le peggiori prestazioni abitative hanno tassi di mortalità invernale più elevati, sia nei climi più caldi che in quelli più rigidi. In Europa, oltre 80 milioni di persone vivono in case umide, aspetto da non sottovalutare se si pensa che può causare malattie respiratorie.

A Wilmcote House, anche se i residenti apprezzavano gli appartamenti e la loro posizione, le scarse prestazioni energetiche erano un problema importante. Ciò ha portato a bollette del riscaldamento elevate e alla formazione di muffa, umidità e condensa, con effetti negativi sulla salute. Riconoscendo come problema principale la scarsa coibentazione, il Consiglio Comunale ha intrapreso un importante progetto di miglioramento dell'efficienza energetica volto a soddisfare lo standard EnerPHit, che per le ristrutturazioni è l'equivalente dello standard di costruzione a basso consumo energetico della Casa Passiva.

L'obiettivo era quello di ridurre il fabbisogno di riscaldamento del 90% e di prolungare la vita dell'edificio di 30 anni.

“Gran parte dei residenti vive in condizioni di grande povertà energetica,” afferma James Traynor di ECD Architects. “Questo sistema di isolamento farà una differenza significativa in merito a questo problema. Ridurre notevolmente la perdita di calore attraverso l'involucro termico isolando la parete dell'edificio, insieme ad altri interventi, aiuterà il progetto a soddisfare gli standard EnerPHit".

Il progetto "deep retrofit" ha previsto l’uso di diversi sistemi di isolamento: Il sistema ROCKWOOL REDArt per l'isolamento delle pareti esterne e Rockpanel per il rivestimento. A completamento, è stata utilizzata una selezione dei nostri prodotti per la sicurezza antincendio. Il risultato non solo aiuterà a far uscire i residenti dalla povertà energetica, ma renderà anche Wilmcote House un luogo più piacevole in cui vivere. Come afferma James Traynor, tra i principali progettisti di ECD Architects: "Il progetto migliorerà le condizioni di tutte le abitazioni, facendole diventare molto più calde e riducendo le bollette in modo sostanziale".

Ubicazione del progetto

Portsmouth, UK

Wilmcote House, Thermal Properties
Wilmcote House project completed

Dati del progetto

Anno 2014
Tipo di edificio Residenziale
Applicazione

Sistema di isolamento esterno e rivestimento per facciata

Tipo di prodotto Sistema REDArt, rivestimenti Rockpanel e altri prodotti ROCKWOOL
“Il sistema di isolamento adottato farà una differenza significativa in merito ai problemi riscontrati. Ridurre notevolmente la perdita di calore attraverso l’impiego del cappotto termico, insieme ad altri interventi, aiuterà il progetto a soddisfare gli standard EnerPHit".

James Traynor

ECD ARCHITECTS